La reazione di Amy Macdonald al documentario di Jesy Nelson “Odd One Out” di Jesy Nelson

Quando Jesy Nelson divenne famosa con il gruppo pop Little Mix, fu abusata online per essere “quella grassa”. Ora, per la prima volta, parla degli effetti strazianti che i cyberbulloni hanno avuto sulla sua vita. In questo documentario intimo e personale, Jesy rivela esclusivamente l’impatto dei troll online sulla sua salute mentale in un documentario “Odd One Out” mentre intraprende un viaggio di riabilitazione.

Dopo una vittoria congiunta nel 2011 in X-Factor, il Little Mix ha conosciuto una gloria molto presto. E dando troppa importanza a ciò che leggeva online, Jesy Nelson cercò di porre fine alla sua vita….

Odd One Out

Il documentario di Jesy Nelson Odd One Out

Il documentario di Jesy Nelson Odd One Out, della BBC One of Little Mix Star, è un programma commovente ma importante da guardare.

Dopo la proiezione di questo documentario, Amy Macdonald ha voluto condividere la sua emozione ed esprimere la sua compassione con i suoi fan:

Amy Macdonald ha rivelato di avere “problemi di corpo” che “non si riprenderà mai” dal fatto di essere stata trollata all’inizio della sua carriera.

“Quando ho iniziato, ero un adolescente paffuto e non c’era fine al numero di odiatori che volevano dirmi quanto fossi di merda. Mi ha lasciato problemi al corpo che non supererò mai.

Amy ha elogiato la stella Little Mix per fare lo spettacolo e ha rivelato che spera che avrà “un impatto massiccio”.

Su Twitter, Amy ha detto: “Ho appena pianto mentre guardavo il documentario di Jesy Nelson.

“La gente non si rende conto di quanto possano essere dannose le loro parole e spero davvero che questo spettacolo abbia un impatto enorme.
“Dev’essere stato difficile per lei, ma penso che abbia aiutato cosi’ tante persone.”

Un seguace ha detto: “Splendidamente detto. Il vostro viaggio è magnifico e un piacere per milioni di persone, me compreso, in modo che tutti questi haters fatati possano cavarsela da soli. “Ridi più forte, e noi accarezziamo i nostri piedi felici in tempo per la tua gioia”.

Mentre un altro ha detto: “Basta che una persona dica qualcosa di doloroso per schiacciare anche il più sicuro di noi. Il fatto che un giovane debba affrontare un torrente di abusi è straziante e le cicatrici che lascia sono dannose per la vita”.

E un utente Twitter ha aggiunto: “Queste persone sono gelose di averlo detto. La pubblicità dei media aveva ragione. “Sono contento che tu non sia scappato e che le loro parole ti abbiano reso una persona ancora migliore”.

È possibile seguire le notizie di Amy sui social network su TimeLine

Back To Top