Intervista con Amy Macdonald: dieci minuti per un successo mondiale

thumbnail

Lo scozzese sta parlando di #MeToo, l’influenza di Pete Doherty sulla sua carriera e la sua prima canzone d’amore.

Non una sola scena ha voluto vedere Amy Macdonald quando ha chiesto di scrivere una canzone su una donna forte per la colonna sonora di “Patrick”. “Io vivo e faccio tutto da solo da quando avevo 18 anni. Potrei immediatamente scrivere la canzone su di me. “

“Donna del mondo” è il nome della canzone che appena apparsa come una delle due nuove canzoni dalla famosa collezione di Amy Macdonald, “donna del mondo-il meglio del 2007-2018”. Anche se era finito prima del movimento #Metoo, ha acquisito una nuova pertinenza. Tuttavia, Amy ammette che non può identificare con forza il movimento perché non è mai stata confrontata con costrizione sessuale nel settore della musica.

“Ma naturalmente so anche situazioni in cui mi sento a disagio”, ha detto in un’intervista con KURIER. “Per esempio, quando mi pongo con un uomo per una foto e mi pone la mano sul mio sedere. Come una donna, ti piace pensare, Beh, che succede perché sei abituato fin dall’inizio. Ma questo è esattamente il motivo per cui penso che sia grande che #MeToo è stato menzionato: è un comportamento scandaloso che non dovrebbe essere accettato. “

Jeans e magliette

Anche se Macdonald non è mai stato vittima di abusi di potere, ha spesso affrontato il sessismo nel settore della musica: in un primo momento è stata una lotta difficile da vedere come un musicista, e non solo come una bella ragazza con una bella voce. È molto più difficile per una donna. E ho trovato ingiusto per prendere sempre in giro il mio aspetto, mentre gli artisti maschili potrebbero essere così sciatta come volevano, e non tutti curato. La gente diceva che ero grassa e si lamentava per i miei outfit. Gli stilisti, che erano spesso le persone meno ben vestite nella stanza, mi ha messo in tutti questi vestiti puliti per i servizi fotografici, e ho sempre pensato: No, non sono io, io non sono un jeans e una T-Shirt! E si può vedere nelle immagini come mi sentivo a disagio. “

Ora, lei dice, lei indossa solo i suoi abiti proprio in servizi fotografici. Ma lei ha solo lottato per questo per gli ultimi due anni. Troppo tardi, dopo tutto, la sua carriera è iniziata quando ha scritto la svolta “Questa è la vita” a 17 anni nella sua stanza della gioventù. Un evento che non dimenticherà mai.

“Questa è la vita” e altri tubi saranno presentati dalla Scottish questa primavera durante un tour con stringhe in versione acustica. Nonostante la critica di carriera, lei pensa già al prossimo album e scrisse le sue prime canzoni d’amore per suo marito, il calciatore Richard Foster. “Sono molto felici”

Fonte: https://Kurier.at/Kultur/Amy-Macdonald-im-Interview-Zehn-Minuten-fuer-den-Welthit/400350967

Back To Top