Amy Macdonald ci offre una visione profonda della sua anima all’Alten Oper Frankfurt.

Al concerto tutto esaurito dell’Alte Oper Frankfurt, Amy Macdonald dà alle sue canzoni più personali molti nuovi accenti in versione acustica, ma rimane fedele a se stessa.

La tournée per il nuovo album di Amy Macdonald “Woman Of The World” è tanto più personale quanto più che mai durante il concerto. Racconta aneddoti personali su molte canzoni e fornisce informazioni di base sul loro sviluppo.

Sempre accompagnata da una chitarra, un contrabbasso, un violino, un violoncello e un polistrumentista che suona il pianoforte e il cajon, accompagna il pubblico in un viaggio. Oscilla tra ballate in movimento e canti leggeri, aerei, con molto tempo e fascino.

A parte le ballate emozionali, sono soprattutto le canzoni veloci che portano il pubblico fuori dal loro posto più volte. Dopo una giornata molto noiosa (come dice lei stessa), Amy ha bisogno del suo pubblico al limite di queste performance. Quindi ha davvero iniziato con “Spark”. Con il grande successo di “Mr. Rock and Roll”, tutti gli spettatori si alzano, applaudono e cantano.

Fin dalle primissime note di “This Is The Life”, il pubblico è immediatamente in piedi, ballando, cantando e saltando con l’energica melodia. E’ puro divertimento che dura fino a quando non viene ricordato con la canzone Feel Good “Life In A Beautiful Light”. Infine, l’energico “Poison Prince”, celebrato con ovazioni in piedi, libera il pubblico nella notte.

Back To Top